Dpcm. Unimpresa, Spadafora: “Arginare rabbia, rischio di tensioni sociali ingestibili”

Il vicepresidente commenta le nuove misure: «È lockdown mascherato, servono ristori economici per tutela pmi, famiglie, cittadini e occupazione»

«È indispensabile arginare la rabbia di chi, finora, ha mostrato grande responsabilità e pazienza. Quella rabbia che potrebbe esplodere e generare tensioni sociali, nei prossimi giorni e settimane, difficilmente gestibili. Qualsiasi decisione da parte del governo, volta a contenere la pandemia da Covid, deve essere accompagnata da immediate forme di compensazione economica e di ristori. Chi chiude domani, martedì deve avere già denaro a disposizione». Lo dichiara il vicepresidente di Unimpresa, Giuseppe Spadafora, commentando le prossime misure del governo contenuto nel dpcm firmato nella notte. «Si tratta di salvaguardare la vita delle famiglie e di tutti i cittadini, tutelando allo stesso tempo la prosecuzione dell’attività di micro, piccole e medie imprese oltre che di tutta l’occupazione. Ma quello delineato dal governo, se le anticipazioni saranno confermate, è di fatto un lockdown mascherato che potrebbe cagionare danni all’economia italiana non prevedibili oggi» aggiunge Spadafora.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...