L’Inps ha aperto in questi giorni un nuovo bando di concorso per l’assunzione

di 165 informatici, in sostituzione di altrettanto personale di analogo profilo e

a 13 anni dall’ultima selezione per tali professionalità.

Inoltre, date le ulteriori e accresciute attività e responsabilità attribuite

all’Istituto, sono stati responsabilmente programmati gli ulteriori fabbisogni

di personale previsti nel 2020 e 2021, sempre in sostituzione di unità già

uscite e mantenendo sostanzialmente invariato il personale complessivo

degli ultimi anni. Si tratterà in particolare di medici, avvocati, amministrativi

e informatici, per un turn over stimato in circa 4000 unità. Una pianificazione

gestionale fondamentale anche per evitare gravi deficit di competenze,

causate dal turnover e da nuove necessità operative dell’Istituto, e per

accelerare concretamente la modernizzazione dei servizi pubblici.

Tale corretta programmazione dei fabbisogni, approvata dal CDA e

attualmente al vaglio dei ministeri vigilanti, è punto di partenza per quel

necessario incremento di risultati ed efficientamento dell’Istituto teso a

supportare la produttività del Paese nel presente e nel futuro.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: