Aeroporto Casale di Brindisi. Scoperta nel 2020 valuta non dichiarata per 200.000

Brindisi. Prosegue presso l’Aeroporto Casale di Brindisi, pur in presenza di un ridotto traffico aereo a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, l’attività di vigilanza sul traffico transfrontaliero di valuta da parte dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli (ADM), unitamente ai militari della Guardia di Finanza. Nello specifico, nell’ultima settimana i controlli effettuati sui bagagli a mano hanno permesso di rinvenire 41.000 euro di valuta non dichiarata da parte di due passeggeri di nazionalità svizzera e uno di nazionalità italiana. I trasgressori si sono avvalsi dell’istituto dell’oblazione previsto dalla vigente normativa di settore, con pagamento immediato di una percentuale sul denaro contante eccedente la soglia consentita di  10.000 euro. Gli ultimi risultati vanno ad aggiungersi alle numerose altre violazioni contestate da inizio d’anno presso lo scalo aeroportuale salentino per un totale di oltre 200.000 euro di valuta non dichiarata.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...