Bologna. Nell’ambito delle attività di monitoraggio e vigilanza sulla circolazione transfrontaliera di valuta, l’Agenzia Dogane e Monopoli (ADM) e la Guardia di Finanza (GdF), hanno individuato, nel mese scorso, 15 passeggeri in possesso di valuta non dichiarata per oltre 210 mila euro.

Si è trattato di tentativi di illecita esportazione di valuta che hanno riguardato cittadini di origine marocchina, cinese, tunisina, libica e italiana che non sono riusciti ad eludere i controlli.

Ai sensi della vigente normativa per le somme trasportate e non dichiarate è previsto il sequestro del 50% degli importi eccedenti il limite di 40.000 euro e il pagamento in misura ridotta di una sanzione amministrativa pari al 5% del denaro contante eccedente la soglia consentita di 10.000 euro con oblazione immediata. 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: