Smi, Onotri: “Affidare le vaccinazioni ai medici precari del Sistema Sanitario Nazionale”

Roma. < Bisogna affidare la campagna vaccinale anti covid ai medici precari del Sistema Sanitario Nazionale o ai medici di medicina generale che, compatibilmente con la propria attività ordinaria, danno la propria disponibilità e tra questi sicuramente i medici di continuità assistenziale, i medici dei servizi a completamento orario o ai medici di assistenza primaria compatibili. Questo servirebbe ad aumentare, in tutto il Paese,  le possibilità di  vaccinarsi, in tempi rapidi,  contro il coronavirus> così Pina Onotri, Segretario Generale del Sindacato Medici Italiani, in una dichiarazione propone il coinvolgimento dei medici precari nella campagna vaccinale anti covid  che stenta a partire in Italia. <Ci giungono notizie che in Italia, in diverse regioni, si fa fatica a somministrare  a causa della carenza di personale sanitario. In  vari territori emergono problemi organizzativi per le vaccinazioni. In alcune regioni medici sono costretti a somministrare le dosi anche fuori dall’orario di lavoro>. < Per queste ragioni e qualora le Agenzie del lavoro incaricate di assumere medici con lavoro interinale per nove mesi, avessero difficoltà nel trovare medici  da impiegare nella campagna vaccinale, nessuno vieta che si possano impiegare medici già  presenti nelle graduatorie delle ASL> conclude Onotri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...