Amazon. Sindacati: “Riprende confronto. Tra due mesi verifica trattativa al Ministero”


“Oggi abbiamo fatto un importante passo avanti, grazie all’intervento del Ministro Orlando, ottenendo la disponibilità a riattivare il confronto”. Ad affermarlo unitariamente i segretari generali della Filt Cgil, Stefano Malorgio, della Fit Cisl, Salvatore Pellecchia e della Uiltrasporti, Claudio Tarlazzi, al termine dell’incontro al Ministero del Lavoro con il ministro Andrea Orlando ed i vertici Amazon e Assoespressi, spiegando che “ci siamo dati un appuntamento tra due mesi per verificare, sotto l’egida del Ministero, il raggiungimento di un’intesa sulla corretta applicazione delle normative sul lavoro e del contratto nazionale”.

“Dal lato normativo – spiegano i tre segretari – chiediamo, secondo anche quanto previsto dalla contrattazione del nostro paese, il riconoscimento, in ogni sito produttivo e per ogni impresa anche in appalto, del ruolo del rappresentante dei lavoratori sulla sicurezza per il rispetto della normativa sulla salute e sicurezza sul lavoro e l’applicazione dei protocolli per il contenimento del covid-19”.

“Sulla contrattazione – spiegano infine Malorgio, Pellecchia e Tarlazzi – occorre definire un protocollo di relazioni sindacali, sulla scia della piattaforma di filiera, già illustrata ad Amazon ed Assoespressi negli incontri avuti a gennaio scorso, sulla corretta applicazione del contratto nazionale per i dipendenti diretti e delle aziende in appalto, a partire dal confronto su ritmi, carichi e turni di lavoro, sull’esercizio della contrattazione di secondo livello, anche sui temi di carattere economico, da estendere anche al lavoro interinale e precario”.

Rispondi