Lex, Com, Labor: “Il Covid ha cambiato il mondo del lavoro”

Pomigliano. <<Il Covid-19 ha cambiato notevolmente il mondo del lavoro. La maggior parte delle aziende hanno dovuto disporre modalità di svolgimento dell’attività lavorativa alternative a quella classica prestata in sede aziendale come lo smart working, lavoro agile e telelavoro>>. Così Fabio Di Gennaro consulente del lavoro e socio di “Lex, Com & Labor”, studio che offre servizi di consulenza e informazione in merito a materie fiscale, legale e del lavoro. <<Le nuove modalità di lavoro hanno permesso di far registrare un lieve aumento degli occupati e una crescita più consistente dei disoccupati, a fronte di una diminuzione degli inattivi – continua il dottor Di Gennaro – La crescita dell’occupazione (+0,1%, pari a +20mila unità) coinvolge le donne, i dipendenti a termine e i minori di 35 anni. Diminuiscono, invece, gli uomini, i dipendenti permanenti, gli autonomi e gli ultra 35enni. Il tasso di occupazione sale al 56,9% (+0,1 punti), questi sono dati ISTAT aggiornati ad 04/2021>>. L’emergenza sanitaria ha inevitabilmente avuto risvolti negativi in ambito processuale giuslavoristico come ci dice l’avvocato Daniele Pulcrano dello studio “Lex, Com & Labor”. <<Anche i Giudici del Lavoro hanno “imposto” lo scambio ed il deposito in telematico di note scritte contenenti le sole istanze e conclusioni. Orbene, tale modalità di svolgimento del processo mal si adatta al processo del lavoro, soprattutto alle prime udienze nelle quali il magistrato tenta la conciliazione della lite e formula una proposta transattiva o conciliativa, attività di fatto preclusa con tale modalità di svolgimento dell’udienza – afferma l’avvocato Pulcrano che continua – Il problema potrebbe essere superato se i Giudici del Lavoro sfruttassero maggiormente l’opportunità di svolgere le udienze telematiche. In questo caso, il novellato art. 88 comma 2 disp. att. c.p.c. prevede l’equiparazione del verbale di conciliazione redatto con strumenti informatici a quello classico stilato in udienza fisica attribuendogli valore di titolo esecutivo e gli stessi effetti della conciliazione sottoscritta in udienza>>. <<Questa pandemia ha evidenziato la delicatezza della normativa giuslavoristica (sostanziale e processuale) – conclude il dottor Di Gennaro – e la fatica dei vari operatori del settore di tutelare i diritti e gli interessi dei vari soggetti coinvolti, ma, dall’altro lato ha mostrato al settore lavorativo italiano scenari che andrebbero approfonditi e sfruttati per rendere sempre più competitivo il nostro Paese>>.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...