Ricerca e innovazione tecnologica per la sicurezza stradale made in Italy apprezzata nel mondo

Oltre 36 Paesi hanno scelto di proteggere gli automobilisti installando sulle strade le soluzioni made in Italy di SMA Road Safety.

La sicurezza stradale passiva ha la funzione di diminuire o ridurre al minimo le potenziali conseguenze negative, per conducente e passeggeri, in occasione di un incidente.

Rientrano in questa particolare categoria le cinture di sicurezza, gli airbag, i poggiatesta, ma soprattutto i dispositivi di ritenuta stradale, come barriere laterali (guardrail e newjersey), attenuatori d’urto e terminali di barriera preposti a mettere in sicurezza gli ostacoli fissi presenti lungo il percorso (alberi, piloni, pali segnaletici, biforcazioni, ecc).

La sicurezza stradale riveste un ruolo molto importante per ogni paese, una gestione non ottimale di questo comparto determina dei costi economici e sociali molto elevati.

In questo ambito opera un’azienda Italiana, SMA Road Safety, di Marcianise (provincia di Caserta, in Campania) guidata dall’imprenditore Roberto Impero, il cui fatturato (6,5 milioni nel 2020) è realizzato per l’80% con commesse estere.

Il gruppo è una vera e propria eccellenza italiana in tema di sicurezza stradale, ampiamente apprezzato e riconosciuto all’estero anche grazie all’esperienza di 50 anni di attività e innovazione nel settore Automotive, il cui know-how è stato applicato alla progettazione e costruzione di dispositivi di sicurezza passiva ad altissime prestazioni quali Attenuatori d’Urto, Terminali di Barriera e varchi di emergenza, fino ai dispositivi tecnologici avveniristici creati per il monitoraggiodegli incidenti come Geronimo.

Queste caratteristiche hanno destato l’interesse di numerosissimi Paesi esteri, dove l’attenzione per la sicurezza stradale e la ricerca di prodotti di alta gamma hanno fruttato all’azienda di Marcianise committenze e investimenti di grande rilievo internazionale.

Tra le realizzazioni più recenti vi sono la fornitura in Ontario, Canada per il Thorold Tunnel, un tunnel sottomarino del canale Welland, ma anche nel Brunei, in Cile e Grecia. Tra le opere più pioneristiche vi sono le futuristiche autostrade del Quatar, il ponte marittimo tra i più lunghi al mondo nella baia del Kuwait, l’Eurasia Tunnel di Istanbul, la galleria sotterranea di 14,6 km che attraversa il Bosforo ad una profondità di -100 metri sotto il livello del mare. E, per tornare in Italia, il nuovo ponte di Genova.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...