domenico savio pezzella

Pezzella: “Volontà e testardaggine mi hanno permesso di vincere contro il tempo”

Medaglia d’oro per la categoria artistica allo chef partenopeo Domenico Savio Pezzella che ha partecipato ai Campionati della Cucina Italiana organizzati dalla Federazione Italiana Cuochi a Rimini dal 26 al 30 marzo. «Essere confermato, dopo quattro anni, medaglia d’oro italiana ai campionati di cucina categoria artistica è la prova che se realmente credi e ami ciò che fai nulla potrà ostacolarti».

f24305e2 19f6 41ab acba e72bc8499710

Queste le parole dello Chef Domenico Savio Pezzella. «E’ stata una sfida contro il tempo e contro me stesso. Volevo rappresentare attraverso la scultura la narrazione della leggende de “La Sirena Partenopea” esaltando le bellezze naturali della mia città a cui devo tutto» ha dichiarato Pezzella che si è iscritto ai campionati all’ultimo momento. Dopo aver girato l’Italia Pezzella è approdato al Sohara Luxury Club ed è qui che sta riuscendo ad esprimere le sue potenzialità. «Al Sohara riesco a portare a tavola la mia cucina che definisco “sicula campana” facendo incontrare sapori campani e siciliani, terra quest’ultima che mi ha visto nascere e crescere – continua lo Chef – sono felice di essermi lanciato in questa questa nuova esperienza lavorativa che prevede anche l’apertura di un nuovo ristorante».

2d4ed4ec 1f55 43b2 b289 2a8e9eb94a10 1

Domenico Savio Pezzella non voleva rinunciare ai suoi sogni ed è per questo che grazie alla sua caparbietà ed all’incoraggiamento del Presidente dell’Associazione Provinciale Cuochi Nazionale, Giuseppe Sorrentino, e di Andrea Di Francia, titolare dell’azienda dove lavora, è riuscito a soli sette giorni dall’evento a realizzare l’opera che gli ha permesso di conquistare la medaglia d’oro.

«Napoli, la mia città, racchiude segreti e storie affascinanti. Da qui nasce l’idea di narrare attraverso la scultura la leggenda della Sirena Partenopea – dice Pezzella – ho voluto assemblare le diverse bellezze napoletane dando vita ad una vera e propria cartolina partenopea. Dal veliero di Ulisse al Vesuvio, dal Golfo alla nascita del Castel dell’Ovo, dalla Sirena alla nostra dicitura partenopei. Sette giorni di paura e tensione con notti insonni in cui l’ansia e lo stress la facevano da padroni. Ma la voglia di farcela è stata più forte, più creavo e più mi rendevo conto che la sfida contro me stesso potevo vincerla. E l’ho vinta».

Sono proprio le sfide gli imput che spingono Pezzella a fare sempre meglio e a non accontentarsi mai. Ed i suoi piatti, come la scultura della Sirena, ne sono testimoni. «Un grazie particolare va al mio maestro Domenico Lucignano, campione mondiale di quest’arte. A lui devo gran parte del mio bagaglio che custodisco gelosamente – e conclude – Grazie alla mia brigata ed a Giuseppe Giuliano, chef pasticciere, nonché giudice, per aver seminato in me nuovi progetti, nuove sfide ovvero partecipare ai campionati mondiali previsti per il prossimo Novembre».

c2be171f 3007 44b9 b4ea e1300f2fd956
5af51cff 1f9e 40ed 843e 413a59aa36da

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: