alberto bianchini credem e francesco postorino confagricoltura media

Confagricoltura e Credem avviano una collaborazione che punta a rendere più snelle le procedure per l’accesso al credito delle imprese associate alla Confederazione. Il protocollo d’intesa è stato firmato a Palazzo della Valle, a Roma, dal Direttore generale di Confagricoltura, Francesco Postorino, e da Alberto Bianchini, Responsabile del Marketing Strategico di Credem.

Credem offrirà la sua consulenza nell’elaborazione di progetti innovativi e di filiera e orienterà le aziende tra i prodotti finanziari dedicati a investimenti. Le iniziative congiunte previste riguarderanno anche attività di formazione finanziaria per un costante aggiornamento sulle novità legate a opportunità di attrazione di nuovi capitali.

L’accordo passerà alla fase operativa attraverso il coordinamento tra le Unioni provinciali della Confederazione e le sedi territoriali della Banca. Le parti avvieranno anche un tavolo congiunto che servirà a fare il punto sull’andamento della collaborazione e a monitorare gli ambiti macro di interesse per il settore primario.

“In questa complessa fase congiunturale, lo Stato sta mettendo in campo misure economico-finanziarie complesse a sostegno del sistema produttivo – commenta il Direttore generale di Confagricoltura, Francesco Postorino –. Ciò richiede competenze che le banche possono offrire alle nostre imprese. Per questo motivo, l’accordo siglato con Credem acquisisce un valore ancora maggiore”.

“Con la sottoscrizione dell’accordo, Credem conferma il proprio storico impegno nel supportare il rafforzamento di tutti gli operatori del settore agricolo e delle filiere d’eccellenza del made in Italy – dichiara Alberto Bianchini, Responsabile del Marketing strategico di Credem –. Fare bene banca per noi vuol dire sostenere il territorio attraverso soluzioni su misura attraverso la nostra rete di professionisti dedicati all’assistenza delle imprese”.

“Siamo particolarmente orgogliosi della fiducia accordataci da Confagricoltura – prosegue Bianchini –, la più antica organizzazione di tutela e rappresentanza delle imprese del settore. Vogliamo contribuire al loro rafforzamento e sviluppo sostenendole con finanziamenti, consulenza e formazione sia per i loro bisogni correnti, sia per quelli straordinari legati a progetti di crescita, sviluppo e innovazione. Questo è un momento cruciale in cui è necessario saper cogliere le grandi opportunità della trasformazione green e digital dettate dal PNRR, saper gestire la crescita dei costi di energia e materie prime”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: