Ance Benevento: “Ottima cosa l’approvazione regionale prezzario lavori pubblici”

La Giunta Regionale ha approvato oggi il prezzario dei Lavori pubblici della Campania per l’anno 2022.

Un aggiornamento atteso da parte degli operatori di settore, imprese e professionisti, che consente di avere un testo revisionato rispetto all’attuale costo delle materie prime. L’approvazione del provvedimento consentirà anche la pubblicazione dei bandi per i prossimi interventi pubblici con l’attualizzazione dei costi e dei quadri economici.

“Abbiamo collaborato attivamente alla realizzazione del prezzario regionale dei lavori pubblici al fine di mitigare i riflessi negativi sulle imprese generati dall’aumento smisurato dei costi di molteplici materie – Spiega Mario Ferraro Presidente di ANCE Benevento. Un risultato raggiunto grazie al lavoro della filiera ANCE che ha saputo fare sinergia e rappresentare al meglio gli interessi delle imprese del settore. Il provvedimento odierno è frutto dell’impegno e del lavoro di ANCE Campania, per la il quale ringrazio il Presidente Luigi Della Gatta e il suo staff, e il Presidente della Regione Campania De Luca, che ha tenuto fede all’impegno preso con tutti noi Presidenti delle territoriali durante un incontro tenutosi mesi fa proprio sulla emergenza legata al caro materiali. ANCE Benevento, dopo aver recepito le esigenze provenienti dalla base associativa si è battuta e impegnata, fin dalla fine dello scorso anno, sollevando la grave problematica legata all’aumento vertiginoso di tutti i materiali, proponendo anche la costituzione di un Osservatorio permanente sulle materie, utile sia ai fini di individuare e censire le esigenze di materiali alla luce degli investimenti e dei lavori pubblici in programma e in svolgimento (su tutti l’alta velocità/capacità), sia per monitorare l’andamento dei prezzi per evitare speculazioni a danno degli operatori economici. Il risultato odierno, dunque, rappresenta un punto di partenza rispetto ad una serie di azioni che continueremo a portare avanti per salvaguardare il settore”.

Rispondi