Fisco, De Lise: “Includere associazioni professionisti in regime forfettario”

Il sottosegretario Federico Freni (Mef) incontra una delegazione del’Ungdcec

ROMA – “Chiediamo al governo, in particolare al ministro dell’Economia e delle Finanze, di includere nel regime forfettario le associazioni dei professionisti. Siamo convinti che in un sistema di specializzazioni, le aggregazioni professionali debbano e possano essere una leva fiscale importante, e in tal senso riteniamo necessario un passo avanti da parte delle istituzioni”. Lo ha detto Matteo De Lise, presidente dell’Unione Nazionale Giovani Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili, a margine dell’incontro con Federico Freni, sottosegretario Mef, questa mattina a Roma.

“Siamo pronti a elaborare un emendamento, di concerto con il sottosegretario Freni, per aprire questo fronte e cercare insieme di arrivare a un risultato condiviso. Questa mattina abbiamo, inoltre, presentato la proposta dell’Unione sulle aggregazioni professionali, che occorre sostenere per avere un nuovo strumento di sviluppo economico”.

Il sottosegretario Freni si è detto “pronto a lavorare con l’Unione giovani commercialisti alle modifiche normative che verranno proposte. Sarò felice – ha detto – di rappresentare le idee che arriveranno dai professionisti che operano su tutto il territorio italiano”.

La delegazione dell’Ungdcec, guidata da Matteo De Lise, era composta da Alessandro Bonandini, Francesco Puccio Francesco Savio.

Rispondi