Si è svolta questa mattina presso gli uffici dell’assessorato all’Agricoltura della Regione Campania la prima riunione del Gruppo di Lavoro intersettoriale per la creazione di percorsi integrati di turismo enogastronomico ed esperienziale. Il Gruppo di Lavoro è stato costituito su iniziativa dall’assessorato all’Agricoltura e dell’assessorato al Turismo della Regione Campania.

“Si tratta – ha dichiarato l’assessore all’Agricoltura, Nicola Caputo – di una iniziativa rilevante per la promozione del nostro territorio e la crescita delle nostre imprese. Le filiere agroalimentari, come ad esempio quella enologica ed olearia, rappresentano importanti driver di sviluppo territoriale, che si ancorano in maniera naturale alla domanda turistica. La nascita di un gruppo di lavoro intersettoriale ad hoc è una innovazione pregna di potenzialità di sviluppo per la nostra regione”.

“Innanzitutto – ha affermato l’assessore al Turismo, Felice Casucci – desidero ringraziare l’assessore Caputo, il suo staff, le Direzioni Generali competenti e, non da ultimo, i professionisti che a titolo gratuito hanno raccolto la sfida di una promozione territoriale regionale profondamente innovativa. Ci si muove nel solco delle azioni adottate dalla Giunta Regionale della Campania in sede di programmazione strategica. Appare indispensabile intraprendere preliminarmente la ricognizione delle progettualità regionali esistenti per rendere continuativa ed efficace l’azione pubblica a sostegno dell’economia turistica. La valorizzazione dei prodotti eno/oleogastronomici a fini turistici va contestualizzata in termini di dialogo con gli attrattori culturali, artistici e naturalistici. Il cuore dello sviluppo turistico esperienziale della Regione Campania passa attraverso le grandi tradizioni rurali, produttive e di ospitalità del nostro territorio regionale”.

“TURISMO ENOGASTRONOMICO ED ESPERENZIALE COME DRIVER DI SVILUPPO TERRITORIALE”

Hanno preso parte alla riunione, oltre agli assessori Caputo e Casucci, Elio Mendillo, amministratore delegato del Gal Titerno, Margherita Rizzuto,  esperta di turismo enogastronomico e politiche culturali, Marco Razzano, vice coordinatore regionale Città del Vino, Libero Rillo presidente Consorzio di tutela vini Sannio, Massimo Di Porzio, presidente Fipe Campania, Nicola Matarazzo, coordinatore dei Consorzi di tutela vini campani,

Gerardo Spiniello, agronomo ed enologo, Luciano D’Aponte, Fulvio Giugliano (assessorato Agricoltura), Marco Gargiulo, dirigente UOD 501205, Claudio D’Angelo (assessorato al Turismo).

Tutti i presenti hanno sottolineato l’importanza della creazione di una offerta sistemica che evidenzi il legame tra enogastronomia e territorio, all’insegna della sostenibilità e della valorizzazione delle aree rurali.

Il coordinamento operativo delle attività del gruppo è affidato alla dr.ssa Margherita Rizzuto, esperta di marketing territoriale e turismo enogastronomico.

“Il prossimo step – ha dichiarato Margherita Rizzuto – sarà quello di elaborare le principali linee guida e il cronoprogramma delle attività per la realizzazione di strumenti per il turismo enogastronomico ed esperienziale in Campania”.

“Turismo e eccellenze agroalimentari – ha concluso l’assessore Caputo – sono asset che si integrano a vicenda. Con la giornata di oggi si apre la strada per un percorso comune di sviluppo”.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: