«Questa manifestazione è stata voluta per far capire a tutti la grande difficoltà in cui versano commercianti e famiglie». Non c’è più tempo dice Ciro Esposito, presidente di Confcommercio Pomigliano che ha organizzato la manifestazione nella città delle fabbriche per chiedere alle istituzioni di interessarsi concretamente al problema del caro bollette.

«Non spegnete il nostro futuro» è ciò che Confcommercio Pomigliano ribadisce come un mantra da giorni, motto che ripeterà ancora il 25 ottobre a Piazza Municipio alle ore 14 quando tanti commercianti della città manifesteranno contro il caro bollette.

«Ringrazio Salvatore Cantone, presidente dell’Antiracket, la sua presenza è stata fortemente voluta perché c’è il grande rischio che le attività commerciali, per pagare le cifre astronomiche delle bollette, possono andare nelle mani degli usurai – continua Ciro Esposito – In modo particolare la manifestazione la facciamo anche per far capire a tutti che se ci sono dei prezzi che aumentano non è colpa dei commercianti. Il commerciante non risolve il problema aumentando i prezzi ma lo raddoppia. Le famiglie già sono soggette a bollette enormi ed a causa del caro bollette si tolgono soldi da spendere nei negozi per fare la spesa, mangiare una pizza o prendere un caffè. Non c’è più tempo».

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: