Dema Somma Vesuviana


Napoli. Continuano i disagi per i lavoratori della Dema di Somma Vesuviana che hanno inviato una lettera a sindaci, consiglieri regionali e parlamentari per invitarli all’assemblea aperta che si terrò il prossimo 4 novembre alle 17 nell’aula consiliare del comune napoletano.

Quanto sta accadendo ai dipendenti della Dema è allucinante, nel 2022 c’è ancora tanto da lavorare per quanto concerne i diritti dei lavoratori. C’è tanto da fare per garantire la tutela del lavoro espressamente richiamata nella costituzione.

Dema importante società del settore aeronautico

La Dema è senz’altro una società importante del settore aeronautico, specializzata nella progettazione, costruzione ed assemblaggio di componenti del segmento aerostrutture. L’azienda è radicata nel mezzogiorno con quattro sedi, di queste due sono in Campania precisamente a Somma Vesuviana ed a Paolisi, in provincia di Benevento.

“Le RSU dei quattro stabilimenti – si legge nella lettera – denunciano la mala gestione ad ogni occasione, lo stesso fanno le strutture territoriali del sindacato e quelle nazionali. In tre anni e mezzo – ricordano – la spesa in investimenti per la produzione è quasi nulla e cominciano a venire meno anche le spese ordinarie di manutenzione e gestione della produzione. L’ennesimo passo – denunciano – verso una desertificazione industriale che va combattuta e fermata a tutti i costi”.

Nella lettera inviata alle istituzioni viene ripercorsa tutta la vertenza Dema, cominciata nel luglio del 2018 con il passaggio delle quote della società al fondo d’investimento inglese Bybrook Capital poi assorbito nel 2021 dal fondo Cairn Capital di proprietà di Mediobanca. Dal mese di settembre 2022 i lavoratori dei due stabilimenti campani sono in presidio permanente davanti ai cancelli, con fermi totali della produzione, per chiedere risposte alla proprietà sul prosieguo delle attività che, come viene ricordato nella missiva, “non si è fermata neanche durante la pandemia Covid19”.

www.impresaitaliana.info

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: